Prossimo obiettivo.

 

Uffa e Gandi in Francia.
Uffa e Gandi in Francia.

 

Ci siamo... siamo nella settimana che ci porterà dritti-dritti alla finale della "Coupe de France". Partiamo venerdì dopo pranzo, 6 ore di viaggio, sosta per la notte e sabato mattina altre sei ore per arrivare ad Hommes. Qualche ora per ambientarci e via alla cena di gala offerta dall' organizzazione. Domenica dalle 9 alle 18 la gara, con 20 binomi ai nastri di partenza. Francesi, tedeschi, belgi, olandesi e noi... per quella che è la seconda gara più importante di Francia. Lavoro a terra e quattro esercizi su 30 metri di distanza, niente nuoto e campo di gara un lago. Si premia velocità e precisione, minimo punteggio che si può perdere 0,15... prevedo una gara tirata... una grande gara. Partiamo pronti, coscienza a posto sicuri di aver fatto il massimo. Un grazie di cuore a Ombry, Toni, Luana e Willyam per tutto quello che hanno fatto per noi in questi mesi. Abbiamo lavorato di sabato, domenica, in settimana, sotto l'acqua e con il vento... GRAZIE DI CUORE A TUTTI.

 

 Sarà un viaggio velato dalla tristezza, la perdita di Uffa seppur a grandi linee preventivato, è arrivato all'improvviso e senza avvisaglie. Ma Uffa era così... schiva, tranquilla, buona, stava sempre al suo posto senza mai strafare ma era sempre presente. Con gli anni è diventata il punto di riferimento del "nuovo" branco labrador... tutti si occupavano di Lei, la Bati per prima. A zampe incrociate tra loro con Uffa che lavava le orecchie alla Bati e quest'ultima... che le lavava il muso. Uffina nonostante il grosso incidente al ginocchio che ebbe a sei mesi... che poi praticamente l'ha invalidata a vita, ha portato a casa le sue coppe in acqua. I primi gradi al CIT, alla SAT ed in Francia (tra cui un premio speciale) con Ombri ed il Primo grado ANUCSA con me.

 In fondo se siamo arrivati sino a questi livelli, se abbiamo fatto il percorso che abbiamo fatto un pochino lo dobbiamo anche a Uffa, a Lei e a tutto il resto del branco che non c'e' più. Tutti ci hanno insegnato e regalato qualcosa. 

 Ed è anche per Uffa che andremo in Francia e daremo in massimo.

Promesso!

 

Dopo la splendida avventura al Championnat de France, iniziamo a mettere nel mirino il prossimo appuntamento. La Coupe de France. Per noi è un esordio, per cui sarà importante approciare al meglio la gara. Venti i binomi in gara, olandesi, francesi, tedeschi, belgi e noi italiani. La Coupe si svolge in un lago, non è prevista la prova di nuoto, prevede una prova a terra e quattro in acqua. E’ una gara che premia la tecnica e la velocità di esecuzione dei cani.

 

 

Abbiamo appreso su Facebook da una nostra cara amica Olandese, Mirjam,  e avuto riscontro sul sito della Federazione Francese che Batistuta è stata convocata anche per la finale della “Coupe de France 2014”.

Onestamente ce lo aspettavamo, in quanto lo scorso anno abbiamo affrontato i selettivi  e, fortunatamente, erano andati molto bene.

 

Ma ora è ufficiale e dopo la convocazione al “Championnat 2014” un'altra bella soddisfazione.

 

La “Coupe” è la seconda più importante manifestazione che esiste in Francia.

La gara ha due particolarità. La prima è che si svolge solo e sempre in bacini chiusi (laghi) e che premia la tecnica e la precisione mostrata dai cani. Per accedervi bisogna (nell’anno prima della gara) partecipare ad almeno 3 selettivi in Francia e , la somma dei punteggi presi (comunque con qualifica eccellente) va a definire la griglia dei 20 partecipanti.

Nelle prove non è previsto il nuoto (30minuti nel Championnat), vi è una parte a terra che prevede il lavoro con e senza guinzaglio, il richiamo e il terra resta con l’assenza del conduttore. Come detto si va a premiare tecnica e precisione del cane (a differenza del “Championnat” che premia a “tutto tondo” il lavoro del cane) per cui gli esercizi sono a “soli” 30m (nel Championnat 50m) e sono gli stessi, a sorteggio, delle prove dei selettivi, due esercizi di apporto e due di riporto.

 

La prova il 3 di agosto (giorno del mio compleanno) a Plan d’eau Hommes.

 

Che dire, si prospetta veramente una grande stagione. Volevamo alzare l’asticella… accontentati!!!